Kit Carson è un personaggio immaginario ideato da Gian Luigi Bonelli e realizzato graficamente da Aurelio Galleppini facente parte degli albi a fumetti di Tex. É uno dei tre Pards che seguono Tex durante le sue avventure e che vivono nella riserva Navajo. Tra gli indiani é conosciuto con il nome di "Capelli d'argento".

I nomignoli con cui i pards sono soliti chiamarlo bonariamente (Tex soprattutto) sono: "Vecchio cammello","Vecchio gufo" o "Menagramo".

È solito usare espressioni caratteristiche quali: "Gran Putifarre!", "Per la barba di Matusalemme ballerino!" o "Corna di centomila diavoli!".

Il personaggio[modifica | modifica sorgente]

È l'amico più fidato di Tex, tanto che quest'ultimo lo ritiene ben più di un fratello e chiamerà il figlio con lo stesso nome. Tipico avventuriero della frontiera americana, Kit Carson ha vissuto tutta la vita nel Far West, che conosce come le sue tasche. Pur non ricoprendo alcun ruolo formale tra gli indiani, ne è molto rispettato a causa del suo valore in battaglia e delle sue numerose imprese, e molti capi considerano un onore che si presenti assieme a Tex al loro villaggio. Tutte le nazioni rosse lo riconoscono unanimemente come loro amico. Tra il popolo rosso è noto come Capelli d'argento e il suo scalpo è tra i più noti e bramati dai pellerossa ribelli.

Abitualmente, vive al villaggio al centro della riserva Navajo assieme a Tex e Kit Willer e Tiger Jack. Avendo un passato militare, è in genere il tramite tra Tex e le giacche blu (specialmente quando si tratta di alti ufficiali). Ama la caccia, le feste indiane, i sigari e le lunghe cavalcate.

Tranne le apparizioni dei primissimi albi, ha un'età di circa 50/55 anni ed è un uomo molto valoroso, pari al più giovane Tex. Nonostante sia un inguaribile pessimista (è infatti sempre pronto a formulare previsioni funeree) non esita a seguire Tex nelle situazioni più pericolose in cui quest'ultimo va a cacciarsi e ad assecondare i piani più temerari che il compagno gli propone. Di indole pratica, è molto coraggioso e ha più volte affermato con orgoglio di non aver paura di nulla; l'unica impresa che si rifiuta categoricamente di affrontare è scommettere con Tex.

Tranne le apparizioni dei primissimi albi, fisicamente Carson viene disegnato come uomo ben piantato, dell'età di circa 50/55 anni; come corporatura è molto simile a Tex nonostante sia più vecchio di una decina d'anni, forte e muscoloso, con un'elevata resistenza ed un fisico eccezionale. È un abile pistolero (usa indifferentemente entrambe le mani) e un ancor più abile fuciliere con la carabina Winchester. A sua detta, prima dell'albo 440 aveva sempre desiderato sparare con una mitragliatrice Gatling.

Il suo passato nell'esercito e la vita sulla frontiera l'hanno reso un fine conoscitore di armi da fuoco e delle tecniche di guerriglia: è lui, per esempio, a istruire i Sioux circa i modi per proteggersi dall'attacco di una batteria di cannoni.

Pur restando formalmente inquadrato tra i ranger col grado di maggiore, sarà sempre al fianco di Tex nelle sue missioni e assieme ad altri due personaggi, Kit Willer, figlio di Tex, e Tiger Jack, un nativo Navajo-fratello di sangue di Tex, formando un imbattibile quartetto.

Carson è il Pard più presente nelle storie di Tex.

Kit Carson è considerato, a dispetto dei suoi caratteristici capelli, baffi e pizzetto grigio-bianchi, un inguaribile donnaiolo. Malgrado sia solito lamentarsi delle magagne dell'età e delle scomodità cui Tex lo costringe, non sopporta di venire chiamato "vecchietto", anche se talvolta ironicamente è lui stesso a autodefinirsi in tal modo. Non gradisce particolarmente i viaggi in treno a causa dei duri schienali dei sedili e, se possibile, preferisce sempre viaggiare a cavallo, ma riesce sempre a lamentarsi anche di quest'ultimi.

Carson è anche noto per avere un debole per le bistecche "alte tre dita" contornate da "una montagna di patatine fritte“ e accompagnate da un boccale di birra fresca e talvolta da una torta di mele. Inoltre, a detta di Tex e compagni, è in grado di preparare un ottimo caffè nero e bollente.

Il passato di Carson[modifica | modifica sorgente]

Gioventù[modifica | modifica sorgente]

Poco si sa del suo passato e in particolare del periodo precedente all'incontro con Tex Willer, tranne che ha vissuto per un periodo di tempo nella città di Bannock, nel Montana (la storia che prende inizio dall'albo 407 - Il passato di Carson). Nell'episodio in questione si racconta di quando un giovane Kit Carson venne inviato sotto copertura nella cittadina del Montana, al fine di sgominare la sanguinaria Banda degli Innocenti, che taglieggiava i minatori della zona compiendo efferati delitti. Durante la sua permanenza a Bannock Kit intrattiene una breve relazione con la cantante Lena Parker, fidanzata con lo sceriffo Ray Clemmons che si scoprirà essere il capo degli Innocenti, e viene fatto intuire che egli è in realtà il padre naturale di Donna Parker anche se la ragazza continuerà a credere che il suo vero padre sia Clemmons.

Il sodalizio con Tex[modifica | modifica sorgente]

Quando gli viene presentato Tex, Carson è già un celebre Ranger del Texas; i due si conoscono in occasione dell'arruolamento nello stesso corpo armato di Tex, che fino ad allora era stato un fuorilegge, reclutamento che avviene grazie all'opera di convincimento fatta dal capo del West Department, il maggiore Herbert Marshall. La scena, immortalata in uno dei primi albi a striscia.

Lo spin-off[modifica | modifica sorgente]

Carson è il protagonista di una storia presente nel quinto albo della collana Ragno d'Oro, Duello a Cactus City.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il nome del personaggio è ispirato alla figura realmente esistita di Kit Carson (1809-1868), esploratore e soldato statunitense dell'800;
  • La canzone preferita di Kit Carson è "The girl I left behind me", un canto popolare statunitense probabilmente importato dagli immigrati irlandesi nel XVIII secolo.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.